Farmanet Store è la tua Para Farmacia Online con Spedizione Veloce 24/48h

Farmanet Store è la tua Para Farmacia Online con Spedizione Veloce 24/48h

ProprietÓ del miele: fa davvero bene?

ProprietÓ del miele: fa davvero bene?

Che il miele fa bene alla gola lo abbiamo sentito dire tutti.

Il miele, oltre che in cucina, viene usato anche nel settore della cosmesi.

Il miele fa bene se consumato con moderazione. È antibatterico, antinfiammatorio e con effetto emolliente e decongestionante. Utile contro lo stress e favorisce il sonno. Ricco di fruttosio, puoi mangiarne un cucchiaino prima e dopo uno sforzo fisico.

Che cos'è il miele?

Il miele è una sostanza prodotta dalle api e si ricava dal nettare dei fiori o dalla melata. Il nettare è una sostanza dolce che le piante e i fiori producono per attirare le api. La melata è invece la linfa delle piante, anche questa dolce.

Perché le api fanno il miele?

Perché per loro è una scorta. Le api mangiano il nettare dei fiori. Quando non possono nutrirsi del nettare fresco mangiano il miele.

Cosa contiene il miele?

Il miele è composto quasi interamente, 70-80% circa, da zuccheri semplici (fruttosio e glucosio). Contiene anche sali minerale e acidi organici. Non contiene proteine. In particolare:

  • il glucosio è una fonte di energia immediata
  • il fruttosio viene immagazzinato dal nostro fegatoper creare una riserva di energia
  • i sali minerali presenti nel miele sono il rame, il ferro, lo iodio, il manganese, il silicio e il cromo
  • gli acidi organici sono: quello formico (azione battericida), la germicidina (azione antibiotica), acido aspartico e glutammico, alanina, glicina, arginina, isoleucina, leucina, fenilanina, lisina, prolina, metionina, serina, triptofano, valina
  • vitamine A, E, K, C e vitamine del gruppo B
  • enzimi: polifenoli, in particolare la diastasi (che dona l'aroma)

Molto calorico, 100 grammi equivalgono a 320kCal si digerisce facilmente.

 

Il miele scade?

Grazie alle sue proprietà (acidità, molto zuccherino, antibatterico) si conserva a lungo. Consigliamo di consumarlo entro due anni dalla data di produzione. 

Quanti tipi di miele esistono?

  1. Miele di acacia: dal colore giallo chiaro
  2. Miele di castagno: leggermente amaro di colore ambrato
  3. Miele di eucalipto: dal sapore aromatico color ambra chiaro
  4. Miele di girasole: dal sapore delicato di colore giallo oro
  5. Miele di melata: dal sapore gradevole di colore marrone tendente al nero
  6. Miele millefiori: chiaro o scuro dal sapore variabile a seconda dei fiori da cui è prodotto
  7. Miele di sulla: di colore chiaro dal sapore delicato
  8. Miele di tiglio: giallo chiaro dal sapore aromatico
  9. Miele di manuka: da giallo intenso a marrone, dal sapore forte con sentori di terra, olii essenziali, erbe e minerali, dolce con retrogusto amaro

Qual'è il miele più dolce?

Il miele più dolce è senza dubbio il millefiori, perfetto per la prima colazione o in abbinamento a formaggi erborinati.

Perchè il miele diventa duro?

Perché in quel tipo di miele c'è più glucosio che fruttosio. Questo non è un indicatore di scarsa qualità. Puoi farlo tornare liquido riscaldandolo a bagnomaria (max 40 gradi centigradi).

Attenzione! Se notate striature o schiuma bianca potrebbe essere anidride carbonica che segna l'inizio di una fermentazione. Basta assaggiarlo, se è acidulo buttatelo.

Le proprietà benefiche del miele

Ecco tutte le proprietà benefiche:

  • antiossidante e antitumorale, grazie alla sua azione di contrasto dei radicali liberi
  • riduce le allergie stagionali
  • leggermente lassativo
  • migliora l'assorbimento dei sali minerali
  • digestivo
  • fluidifica il catarro
  • antinfiammatorio naturale per la gola
  • migliora il sonno e la concentrazione
  • ricco di oligo elementi, consigliato in casi di inappetenza
  • può essere usato su ferite e ustioni perché favorisce la cicatrizzazione
  •  

Quando il miele fa male?

Il miele è sconsigliato se hai il diabete, se sei in sovrappeso o obeso, perché è molto calorico.

Assolutamente sconsigliato per i bambini con meno di un anno di età, c'è il rischio di un'infezione da  tossina botulinica.

 

 

 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...